Io odio il mio medico di famiglia

Il mio medico di famiglia è una persona veramente inutile.
No, non prendetemi per persona senza cuore, ma vi giuro che è così! Quando mia madre ha bisogno delle sue medicine per il diabete – N.B, le stesse che prende da almeno 20 anni – e ha bisogno di farsele segnare, occorre sempre pregare a lungo e accendere innumerevoli candele per questo o quel santo, sperando che non sbagli.

Già, perché il mio medico di famiglia sbaglia a segnarci le medicine – N.B, le stesse che prendiamo tutti da una vita – e già questo è un motivo valido per odiarlo, in senso buono, ovviamente. Scrivo questo post dopo una giornata di permesso buttata via, letteralmente, perché il mio medico di famiglia aveva sbagliato a segnare delle analisi che avevo bisogno di fare.

Gli avevo chiesto di segnarmi, cortesemente, delle classiche analisi del sangue, essendo da poco passato a una dieta vegetariana, e lui cosa ha fatto? Mi ha segnato quelle delle urine. Non riesco a capire come faccia a sbagliare così spesso, mi chiedo se non ci sia un Mr Hyde da qualche parte, dentro di lui, che lo porta a capire fischi per fiaschi SEMPRE.

Poi il suo studio è un antro dove ci sono minimo 40 gradi in qualsiasi stagione, non ha molto senso dato che, anche con l’aria condizionata accesa d’estate, continua a mancarci il respiro. Ha poi una di quelle sedie ufficio risalente, forse, al dopoguerra: scricchiola in una maniera davvero insopportabile quando si muove, specialmente mentre sta visitando e deve andare a prendere qualcosa alla scrivania, quel rumore è tremendo.

Però devo dire che scrivere post come questi mi aiuta molto a calmare un po’ i nervi, infondo l’importante è che finalmente sono riuscito ad avere la ricetta per le analisi del sangue. Che abbia perso mezza giornata è un dettaglio superfluo, no?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *